Fujifilm XP90

 

fujifilm-xp90La Fujifilm XP90 è una “rough camera”, cioè una di quelle fotocamere che generalmente viene indicata sbrigativamente e semplicemente come macchina subacquea, ma se ci si sofferma sulle caratteristiche di queste fotocamere si vede che c’è ben di più alle spalle. Prima di analizzare le caratteristiche di sensore, autofocus e tutto ciò che concerne la fotografia più pura vogliamo vedere con voi le altre peculiarità che fanno della XP90 una fotocamera adatta all’uso estremo.
Iniziamo con il dire che la fotocamera è impermeabile e può essere immersa fino ad una profondità di 15 metri, ciò la rende adatta a chi vuole portarla con sé in un bagno al mare facendo snorkeling (i sub di un certo livello avranno probabilmente bisogno di una macchina adatta a fondali ancor più bassi), ma anche per chi la vuole usare sulla neve e non si vuole preoccupare di utilizzarla anche durante una fitta nevicata. Proprio per l’utilizzo sulla neve la macchina è stata resa a prova di basse temperature fino a -10 °C, non a caso sulle piste da sci o snowboard se ne vedono sempre di più. Una macchina del genere non poteva ovviamente non essere a prova di polvere, anche quando si alza il vento in spiaggia o in un luogo polveroso non dovrete preoccuparvi di mettere al sicuro la vostra fotocamera perché sarà in grado di resistere anche alle più piccole particelle in sospensione. La Fujifilm XP 90 inoltre resiste agli urti fino ad 1.75 metri di altezza. Questo valore è considerato tenendo conto dell’atterraggio su una superficie rigida come un pavimento o l’asfalto della strada, su una spiaggia o sulla neve i risultati saranno ancor più incredibili. Anche se non vi consigliamo di lanciarvela perché proprio per essere resistente a tutto la macchina è massiccia e potrebbe farvi male.

Il sensore è un CMOS da 1/2.3” da 16 Megapixel ed è coadiuvato da un obiettivo 5x, equivalente ad un 28-140 mm nel formato 35 mm. Un obiettivo tuttofare che vi permetterà di riprendere sia le vostre evoluzioni sullo snowboard con un grandangolo che di fotografare un particolare quando userete la Fujifilm XP90 sott’acqua.
Lo schermo posteriore TFT da 3” ha una risoluzione da 920.000 pixel ed è molto luminoso, i pulsanti sono impermeabili e grandi per agevolarne l’uso sia durante un’immersione al mare che con i guanti in montagna d’inverno. Il menù è molto semplice ed intuitivo per poter essere sfogliato velocemente in ogni situazione.
La Fujifilm XP90, come la maggior parte delle fotocamere moderne, è dotata di connessione Wi-Fi ed è in grado di registrare video in Full HD 1920×1080 a 30 fotogrammi al secondo e HD a 60 fotogrammi al secondo.

La Fujifilm XP 90 si presenta subito come molto robusta, ma allo stesso tempo con i suoi soli 203 grammi con batteria e scheda SD inclusa non ha un peso eccessivo ed è utilizzabile tutti i giorni portandola in una borsetta. L’ergonomia è studiata in modo che l’uso sia facilitato in tutte le condizioni, anche se l’obiettivo in posizione sopraelevata sulla sinistra potrebbe venire coperto accidentalmente da un dito. Con un po’ di attenzione e abitudine probabilmente non avrete questo problema, ma spostarlo in posizione più centrale avrebbe forse giovato ai vostri primi scatti con questa macchina.
La distanza di messa a fuoco minima è di 60 centimetri, che si riducono a 9 centimetri in modalità macro. L’apertura focale massima dell’obiettivo a 28 mm è pari a f/3.9, mentre a 140 mm è di f/4.9, ma è l’apertura minima che è molto limitata corrispondendo a f/6.2 al massimo valore grandangolare e a f/8 quando utilizzerete valori da teleobiettivo.
Con un’escursione degli scatti compresa fra 4” e 1/2000” potrebbe esserci qualche problema di sovraesposizione fotografando nelle ore centrali della giornata in spiaggia o sulla neve.
La fotocamera probabilmente rende al meglio nelle condizioni per le quali è stata costruita, cioè quelle sottomarine o quelle estreme invernali in cui la latitudine di posa è generalmente minore e la fotocamera è in grado di esprimersi al meglio, mentre su forti salti di luce o in situazioni limite dovrete usare i programmi, come ad esempio quello HDR, per non incorrere in zone bruciate o ombre illeggibili.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top